mercoledì 23 ottobre 2013

sera

dolcemente oscura e oscuramente pura,
che segue al declino del giorno mentre
sotto la luna il crepuscolo si perde
.


George Gordon Byron 





 
E quando ti corteggian liete



le nubi estive e i zeffiri sereni...





 
e quando dal nevoso aere inquiete

tenebre e lunghe all'universo meni





 Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera. 

(Salvatore Quasimodo)

5 commenti:

ventisqueras ha detto...

Appiè dei passi della sera
va un'acqua chiara
colore dell'uliva

e giunge al breve fuoco smemorato.
Nel fumo ora odo grilli e rane,
dove tenere tremano le erbe.

Sera di Giuseppe Ungaretti

si muovono le parole leggere, al vento delle tue nuvole colorate, e l'animo, veloce come un pensiero le segue e le rincorre come dal canto di sirena ammaliate.

foto da restare a bocca aperta, entrano negli occhi come luce di luna
grazie

Speradisole ha detto...

Rimango ammirata: Poesia nella poesia.
Bravo e romantico. Grazie per queste bellezze.
Un abbraccio.
P.S. Alcune te le ho "rubate" per il mio album e non è la prima volta!!!!

Patzy ha detto...

Mamma mia, che foto!!! Questa ultima della nebbia, é fantástica e cosí romantica...come le poesie che hai aggiunto. Bravo! Grosso abbraccio, Sileno, e anch´io, nel mio altro blog, quello del mio arte digitale, ho publicato qualcosa su "Quasimodo", ma il Quasimodo di Victor Hugo (Notre Dame di Paris). Soltanto una coinziddenza.
(http://artedigital-by-patzy.blogspot.com.ar/2013/10/tras-el-romanticismo-perdido.html)

Gibran ha detto...

Il susseguirsi delle stagioni è una cosa meravigliosa e, danno spazio alla fantasia. E la poesia è il completamento di queste immagini.
Ciao Sileno un abbraccio.
PS. Sei un genio, con la macchina fotografica.

Bl4cKCrOw ha detto...

Magia mentre mescoli poesia ed immagini... Alchimia da brividi, Sileno, grazie...