mercoledì 13 luglio 2016

I miracoli di Val Morel





Tabernacolo eretto in Val Morel in omaggio al libro di Dino Buzzati: "I miracoli di Val Morel"




Dino Buzzati dipinse il quadro di santa Rita che venne collocato nel Tabernacolo, il quadro attualmente esposto è una copia dell'originale conservato nel Municipio.




In Val Morel fioriscono ciclamini.






Maturano fragole di una dolcezza inestimabile.






Anche la velenosissima  Belladonna con i suoi fiori a campanella violacea cresce rigogliosa.




Non so se dipende dalle arie buone, oppure da un terreno naturalmente ricco di Viagra, oppure  anche questo è uno dei miracoli!

giovedì 30 giugno 2016

Vesuvio e dintorni


Il Macellum di Pozzuoli, impropriamente conosciuto come il Tempio di Serapide, perché durante i primi scavi archeologici nel 1750 rinvennero una statua del dio egizio Serapide, studi successivi dimostrarono che non era un tempio, ma un "macellum" ossia un mercato.
Il sito è famoso per il  bradisismo, ossia l'alzarsi ed abbassarsi del terreno e lo si può vedere  nella parte chiara delle colonne, chiara, perché erano sommerse dall'acqua del mare.



Pompei una delle statue di Igor Mitoraj artista polacco scomparso nel 2014 ed in esposizione negli scavi fino al gennaio 2017.



Pompei



Una giornata di foschia a Villa Cimbrone



Giardini di  Villa Cimbrone a Ravello



Limoni: lo "Sfusato Amalfitano" dal quale si ricava il delizioso Limoncello.




sabato 25 giugno 2016

Napoli


Napoli è tante cose, e molti sono i motivi per cui la si può amare o meno, ma soprattutto Napoli è una grande capitale, ed ha una stupefacente capacità di resistere alla paccottiglia kitsch da cui è oberata, una straordinaria possibilità di essere continuamente altro rispetto agli insopportabili stereotipi che la affliggono.

(Elsa Morante)
Castel dell'Ovo 
 Museo archeologico nazionale
  Museo archeologico nazionale

lunedì 6 giugno 2016

Auschwitz: per non dimenticare

"L’Olocausto è una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della
memoria."

Primo Levi





















Filo Spinato

Su un acceso rosso tramonto,
sotto gl'ippocastani fioriti,
sul piazzale giallo di sabbia,
ieri i giorni sono tutti uguali,
belli come gli alberi fioriti.
E' il mondo che sorride
e io vorrei volare. Ma dove?
Un filo spinato impedisce
che qui dentro sboccino fiori.
Non posso volare.
Non voglio morire.
Peter, bambino ebreo ucciso dai nazisti

domenica 20 dicembre 2015

Andalusia: Tarifa ai confini fra Europa e Africa

La deliziosa Tarifa è una cittadina di circa 20.000 abitanti ed è il comune più a sud dell'Europa continentale.
La località è molto ventosa ed è la capitale europea del kitesurfing, (una variante del surf, si vola sulle onde trainati da un aquilone), molto suggestiva la spiaggia di Bolonia a ovest della cittadina.
Il continente africano è distante solo 14 km.


Kitesurfisti in attesa di un refolo di vento



 atleta pronto alla partenza nella luce dorata del tramonto 


duna a Bolonia


sera a Tarifa, oltre il canale di Gibilterra brillano le luci della città di Tangeri


nelle brume della sera una graziosa ragazza pratica il "running" su una striscia di sabbia fra l'oceano e la laguna, le rocce sullo sfondo sono il confine tra l'oceano Atlantico e il mar  Mediterraneo.


percorrendo nelle ultime luci del giorno la strada fra Tarifa e l'isla de las Palomas estremo lembo sud del continente Europa, sulla destra l'oceano Atlantico, a sinistra il mar Mediterraneo.

Questo post è dedicato a tutti gli amici che scorrono queste pagine, con tanti 
AUGURI di BUONE FESTE

di un felice e sereno 2016.

giovedì 10 dicembre 2015

Gibilterra

Una deviazione in questo promontorio inglese nell'estremo sud dell'Europa.


La dogana e la Rocca

 policeman in Main Street

la residenza del Governatore


il macaco 

è venuto a salutarmi mentre lascio la Rocca

domenica 29 novembre 2015

Andalusia: Cadice

Se io potessi, Cadice, alla tua finestra,
oggi, vicino a te, dentro le tue radici,
parlarti come allora,
come quando scalzo lungo le tue rive
vagabondavo per rubarti chiocciole ed alghe!

(Rafael Alberti)




Cadice: una città di 130.000 abitanti, nel sudovest dell'Andalusia e del continente europeo, fondata dai fenici nell'XI° secolo a.C.
Di Cadice sono il compositore Manuel de Falla  e a poca distanza da Cadice a El Puerto de Santa Maria, nacque il poeta Rafael Alberti.


 
il faro



voli di gabbiani 



castelli di sabbia



 l'airone