lunedì 13 febbraio 2012

Fiori di montagna; Anemoni

scheda V

In attesa che finalmente arrivi un po' d'aria primaverile per mitigare questo lunghissimo febbraio ecco un tipico fiore primaverile: l'anemone








L' Anemone appartiene alla famiglia delle ranuncolacee e anemone significa "Fiore del vento", è una pianta erbacea con le foglie sparse, come tutte le ranuncolacee è una pianta velenosa .
E' una delle prime piante a fiorire alla fine dell'inverno, fiorisce da febbraio ad aprile e anche più tardi ad altitudini più elevate
Cresce in ambienti umidi su terreno calcareo, fino a un'altezza di circa 1.000 m.slm,
eccezionalmente arriva oltre i 2.000 m .
I fiori sono di color e azzurro- violaceo.
E' conosciuto anche col nome di Erba trinità


Anemone vulgaris o Erba trinità


Anemone nemorosa o Anemone bianco oppure Silvia




Frequentemente assieme all Anemone vulgaris, fiorisce anche l' "Anemone nemorosa" o "Anemone bianco", oppure "Silvia" sempre della famiglia delle ranuncolacee , i fiori sono bianchi tra le prime a fiorire nel tardo inverno, quando piove e la sera si inclina verso terra con i petali che si racchiudono per proteggere gli stami e i pistilli.



Anemone nemorosa chiuso dopo la pioggia

Per la mitologia greca Anemone era la sposa di Zefiro (vento caldo dell'ovest), che spirando favoriva la nascita dei fiori.



Alla stessa famiglia delle ranuncolacee appartiene pure il giallo "Anemone ranuncoloides" o
"Anemone dei boschi"







Anemone giallo o anemone dei boschi


Fiorisce da marzo a giugno nei boschi ombrosi e lungo le rive dei torrenti, fra i 100 e i 1.500 m. slm;
diffuso nel nord Italia e sull' Appennino centro-settentrionale.
E' una pianta tossica, nella Siberia orientale il succo ricavato da questa pianta, era utilizzato per avvelenare le frecce dalle tribù locali.

9 commenti:

Gibran ha detto...

Nei sentieri dove andavo a camminare ne trovavo tanti,specialmente quello giallo.
Verrebbe la voglia di coglierli ma ho sempre rispettato il bosco perchè fare del male a delle piante anche se velenose ma belle da vedere?

Lara ha detto...

Che incanto!
Tesori del bosco che tu sapientemente porti alla luce.
Grazie,
Lara

ale ha detto...

ho delle belle foto di questi anemoni ...ma te credi che ne conosca i nomi? :-) ...la prossima volta che cammino su per i monti con l'erede di casa potrò fare la mia bella figura grazie ai tuoi post!
un abbraccio.

Adriano Maini ha detto...

Che bella escursione che mi hai fatto fare! E pensare che ho molta documentazione in materia, ma non ci prendo a tirarne fuori sintesi esaurienti.

rosso vermiglio ha detto...

"fiore del vento" questo è il fiore! Lo trovo incantevole in quelle tonalità azzurre.

rosso vermiglio ha detto...

questo è il MIO fiore volevo dire. La tastiera si è mangiata il MIO

speradisole ha detto...

Sono fiori che attirano, anche perché sono i primi fiori a spuntare dopo le nevicate. Ma come dici tu sono pericolosi perchè contengono veleni. Sia gli anemoni che i ranuncoli. Il loro veleno, se applicato sulla pelle, è in grado di provocare un'azione vescicatoria e piaghe. L'applicazione prolungata di ranuncoli sulla pelle dei piedi veniva usata dal militari di leva, per provocare vesciche e così evitare le lunghe marce.
Ciao Sileno, un abbraccio.

Bl4cKCrOw ha detto...

E' inutile... Anche gli Anemoni vegetali, oltre che quelli umani, sono velenosi... :P

Un saluto Sileno :)

riri ha detto...

Mi piace tantissimo, ma non sapevo fosse velenoso. Un abbraccio Sileno, fai arrivare la primavera nei cuori.