lunedì 8 ottobre 2012

Breve soggiorno nel Basso Lazio: Norba



Ho iniziato un mio breve soggiorno nel basso Lazio visitando il sito archeologico di Norba.
Norba è di origini molto antiche, la leggenda la vuole fondata da Ercole; secondo la storia, Norba dopo la sconfitta di Albalonga è divenuta  un caposaldo di Roma per arginare i Volsci; nella guerra civile fra Mario e Silla, Norba si schierò con Mario e con la sconfitta di Mario, venne dichiarata traditrice da Roma, così verso l'ottanta avanti Cristo, per non cadere prigionieri dei sillani i norbani incendiarono la città e si uccisero tra di loro per evitare la ferocissima rappresaglia di Silla.
I superstiti norbani verso l'anno mille, trasferitisi nella piana sottostante fondarono poi la città di Ninfa.

L'ingresso nell'antica città da Porta Maggiore; dalla possente torre sulla destra si colpivano gli eventuali soldati aggressori sul fianco destro non protetto dallo scudo.


Dopo Porta Maggiore verso il centro della città.


Una veduta del centro.

Altra panoramica di Norba.

e un abitante attuale ci saluta con la speranza di vederci in tanti nelle sue terre ricche di storia, raccontandoci che si narra anche di un favoloso tesoro sepolto nel medioevo fra cunicoli nella tomba di un re barbaro, si tratterebbe fra le altre meraviglie di una chioccia con i pulcini d'oro.


8 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Hai colmato una volta di più una mia lacuna conoscitiva rispetto ad una situazione storica di mio vivo interesse!

speradisole ha detto...

Quanta storia c'è in questa bellissima Italia. E quanta bellezza. Ma la meritiamo?
Ciao Sileno, un abbraccio.

Bl4cKCrOw ha detto...

Sai, pensavo alla fermezza d'animo dei norbani, pronti a darsi la morte pur di non cadere nelle mani del nemico... Poi, non so perché, mi sono venuti in mente tutti i voltagabbana che giocano con la politica in parlamento e che prostituiscono i loro ideali in nome del profitto... Altri tempi forse...?
Un saluto Sileno, scusa se ho divagato...

Gibran ha detto...

Potremo vivere di rendita con tutte le bellezze che abbiamo in Italia,ma piano piano andranno perdute se non riusciremo a capire di mantenerle tali.
Ciao Sileno.

riri ha detto...

Il nostro Bel Paese, a volte sconosciuto. Un caro saluto Sileno.

randi ha detto...

splendidi luoghi! ... e poi percorrere vie così antiche, dove tanti passi ci han già preceduto...

romano curioso ha detto...

dato che accennate ad un tesoro d'oro costituito da una chiocciola con i pulcini d'oro, segnalo che un gioiello del genere è esposto in una delle prime sale del museo del duomo di Monza...alcuni dicono che l'antica proprietaria fosse Teolinda ma ci sono molti dubbi al riguardo.

dal Lazio ha detto...

il tipo di tesoro quindi probabilmente di manifattura longobarda...ed i longobardi stavano anche in Val Comino (provincia di Frosinone)...