sabato 27 ottobre 2012

Agro Pontino

Per concludere: L'ultima carellata di foto del mio breve, ma intenso soggiorno nell'Agro Pontino.

La deliziosa cittadina di Sermoneta, base delle mie escursioni, si vede la possente rocca dei Caetani che dall'alto domina la Piana Pontina.


Fra Sermoneta ed i giardini di Ninfa, nella Valle dell'Usignolo, si trova l'Abbazia di Valvisciolo del XII secolo.
L' abbazia fu anche sede dei Cavalieri Templari e quando nel 1314 vennero sterminati dal re di Francia Filippo il Bello e quando  il Gran Maestro Jacques de Molnay fu arso sul rogo, si narra che in molte chiese si spezzò l'architrave, così pure a Valvisciolo e la fessura è ancora visibile su l'architrave del portale principale.

Dopo i Templari, a Valvisciolo subentrarono i monaci Cistercensi che vi risiedono ancora oggi. 


Una  lunga visita merita  il museo di Piana delle Orme http://www.pianadelleorme.com/, dove su un'area espositiva superiore ai 30.000 mq. in una quindicina di enormi padiglioni, sono raccolto circa 50.000 reperti che vanno dal giocattolo di latta ad un enorme carro armato anfibio (Sherman DD), tale carro armato, unico dei tre esemplari rimasti al mondo  ancora perfettamente funzionante è stato recuperato nel golfo di Salerno dove era sprofondato nel 1944.
Il museo è articolato per argomenti: Giocattolo d'epoca e modellismo, Bonifica delle paludi Pontine con interessanti ricostruzioni e macchinari dell'epoca, Vita nei campi e mezzi agricoli d' epoca, una immensa collezione  di macchine agricole  che ritengo essere tutte ancora funzionanti; nella foto sopra un angolino di mezzi con  trasporto degli anni 50.


La seconda serie di padiglioni è dedicata  al settore bellico strutturata in : Mezzi bellici d'epoca, Da El Alamein a Messina e Salerno, Sbarco di Anzio, Battaglia di Cassino e Uso civile dei residuati bellici con ricostruzioni suggestive dei vari campi di battaglia  che , a mio parere non sono una rettorica  della guerra, ma la mostrano in tutta la sua brutalità.
Nella foto una ricostruzione della fuga da Roma di Sciaboletta l'8 settembre 1944, mentre il reduce privo di un arto ritorna  a casa. piedi
Nel museo è collocato pure il carro armato utilizzato nel film di Benigni: La vita è bella.


 Una inaspettata e graditissima sorpresa organizzata dall'amica che mi ha ospitato: Un' escursione di oltre tre ore su carrozza a cavalli attraverso i viottoli  dell 'Agro Pontino, in mezzo ai canneti, greggi di pecore al pascolo, specchi d'acqua, fattorie e allevamenti di bufali.
Una escursione unica ed indimenticabile.
Nella foto sopra : Guadando il fiume. 

Per finire : Una sera  rilassante in compagnia di amici, con un paio di bottiglie di vino nel rosso del tramonto.

9 commenti:

randi ha detto...

che nostalgia di giorni passati a scoprire quanto possa essere meraviglioso il nostro straordinario Paese..

ale ha detto...

la giusta conclusione di una giornata "amici e ciacole" !!!

Adriano Maini ha detto...

Hai la rara capacità di cogliere sempre siti incantevoli per arte, storia, cultura, natura! E di avere ottimi amici!

Lara Ferri ha detto...

Ciao Sileno, condivido le parole di Adriano.
Ciao e buona serata!
Lara

Gibran ha detto...

Se eccezionale nel far vedere cose che magari molti di noi per ovvi motivi non possono vedere.
Sei un grande ciao Grazie.

riri ha detto...

Magnifiche foto e viaggio. Adoro tutto quello che riguarda i templari. I cavalli sono stupendi. Un abbraccio e buon inizio settimana.

elisabetta pendola ha detto...

che belle foto! :)

speradisole ha detto...

Debbo confessare che nel guardare queste meravigliose fotografie ho provato una sana e robusta invidia.
Davvero belle ed eccezionali. Per te molti ricordi indimenticabili.
Ciao Un abbraccio.

marina ha detto...

che belle foto! si viaggia bene con te...