mercoledì 30 novembre 2011

zone umide

Questo pomeriggio sono andato a fare una passeggiata in una zona umida protetta lungo il Piave,  ( veramente il nome corretto sarebbe "la Piave"), devo confessare che rispetto alle altre volte è stata un po' una delusione: non ho visto nemmeno un campione di avifauna mentre normalmente è pieno di aironi e germani e numerosi altri uccelli, particolarmente gli acquatici, mentre oggi niente, perfino i cervi che all'ultima visita erano venuti a mangiare dalla mia mano, se ne sono rimasti lontano, nonostante fosse il primo pomeriggio, il sole era già tramontato, così niente giochi di luce e poche foto e nemmeno soddisfacenti.
Stavo già ritornando costeggiando una recinzione, quando attraverso la rete che stavo costeggiando, vedo venire di corsa attraverso un prato  un cucciolo di capriolo.
Al momento pensai che fosse abituato alla gente, ma con mia grande sorpresa dopo pochi passi la recinzione piegava ad angolo retto e la bestiola era assolutamente libera nel prato, però venne vicino a me e mi sfiorò la mano con le labbra , poi si allontanò di pochi passi e cominciò a pascolare incurante della mia presenza e mi permise di scattare qualche foto a distanza ravvicinata.
 il lungo viale

Confesso che mi rallegrò la serata, da un po' di tempo ho la fortuna di qualche incontro molto ravvicinato con animali selvatici che mi fanno amare ancora di più la natura.

lo stagno gelato


famiglia di daini al pascolo

superbo esemplare di cervo

il cucciolo arriva

 

e pascola senza paura


laghetto lungo la Piave

9 commenti:

Vitamina ha detto...

Due parole, la prima è meraviglioso, la seconda invidia, perché qui ce ne sono tanti di animali, ne vedo le tracce, ma salvo qualche incontro fugace alla luce dei fari , non riesco ad avvicinarli .

Adriano Maini ha detto...

E questa volta non trovo proprio le parole per esprimere le impressioni suscitate in queste da tutte queste meraviglie della natura!

Whoever. ha detto...

Bellissime le foto del paesaggio, ma soprattutto del cucciolo!

La finestra sul mondo ha detto...

bel blog, assomiglia al mio :-)

http://la-finestra-sul-mondo.blogspot.com/

speradisole ha detto...

Posso solo dirti che da come hai descritto la passeggiata ed i tuoi incontri, è come se anch'io fossi stata presente.
Il silenzio, la solitudine, la mezza nebbia che si intravvede sono rese benissimo.
Grazie Sileno, ciao.

Lara ha detto...

Non so spiegarmi come ho potuto perdere questo tuo post.
Mi stavo davvero perdendo molto.
Luoghi e foto incantevoli, Persino gli animali che si lasciano avvicinare...
Grande Sileno!!!
Grazie e ciao,
Lara

Bl4cKCrOw ha detto...

Io ho avuto incontri ravvicinati con un sacco di animali che chiamano uomini...

Ecate-Cassandra ha detto...

Chesplendide immagini. il capriolo è davvero bellissimo dovremmo ricominciare ad imparare dai nostri fratelli e dalle nostre sorelle animali non umani.
Ciao.

Artemisia ha detto...

Sai che mi hai fatto venire nostalgia per i momenti di contatto con la natura e il silenzio che da tempo non riesco a ritagliarmi?