martedì 20 agosto 2013

...e visita le chiese di campagna, ch'erbose hanno le soglie...


Si respira una dolce aria che scioglie
le dure zolle, e visita le chiese
di campagna, ch'erbose hanno le soglie...
(Giovanni Pascoli)













  
Una rosea tristezza vi colora
quando di sera, simile ad un fiore
che marcisce, la grande luce
si va sfacendo e muore.

(Vincenzo Cardarelli)

5 commenti:

Patzy ha detto...

Ammiro molto dell'Italia, la possibilità di attraversare sentieri sconosciuti e nel mezzo della natura o la campagna, trovare, per esempio, una bella chiesetta come questa ... Per me sarebbe un'avventura da tutti i giorni vivere lá, con tante cose da scoprire. Che belle foto, e bene accompagnate dalla poesia! Grande abbraccio Sileno.

Gibran ha detto...

Quando trovo una chiesetta,non so perchè mi sento emozionata,penso sempre,quante persone si saranno soffermate.Forse a pregare o soltanto ad ammirare la bellezza del loro interno.
Ciao Sileno un abbraccio.

Adriano Maini ha detto...

Mi emozionano le chiese di campagna, anche perché penso che in genere fossero state concepite per viandanti e pellegrini.

Bl4cKCrOw ha detto...

Sanno di silenzio e contemplazione... Rifugio per l'anima, che non significa necessariamente trovarsi in Cristo...
Spero che tu abbia passato una felice estate Sileno... A presto

ventisqueras ha detto...

ci si ritrova con se stessi in un intimo contemplare, la pace discende da queste piccole chiesette o cappelle di campagna e ti lascia nel cuore un dolce sperare