venerdì 31 maggio 2013

segni

Nelle mie escursioni incontro di frequente i segni della devozione popolare; anche da non credente incontrare  questi segni mi allietta e penso a tanti volti di persone umili ormai scomparse molti anni fa, ma che rivedo ancora chini davanti a quel simbolo assorti in una preghiera e a loro va il mio pensiero.
la madonnina dei silenzi


ciocco 




pastorelle veggenti nel 1937 in trance



 
S. Antonio da Padova in una grotta- ricovero sul fronte  della Grande Guerra


 
i resti di una vecchissima croce nei boschi

Un pensiero di Georg Cristoph Lichtenberg:
"I santi di legno scolpito hanno certo fatto più per il mondo che quelli in carne e ossa."  

8 commenti:

Nicolanondoc ha detto...

Sono d'accordo con l'ultima frase sui santi.Un caro saluto dall'isola che c'è.

ventisqueras,wordpresse,com ha detto...

santo, significa testimone, i vari tabernacoli posti dalla devozione popolare nei luoghi delle loro quotidiane percorrenze sono la testimonianza della loro fede e speranza, il Santo persona fisica è testimone del Vangelo e del Figlio dell'Uomo, insegna, cioè come percorrere la sua Via, chiunque Esso sia stato, ciò che ha insegnato non solo con le parole ma con gli esempi sarebbe, se fosse ascoltato l'unico modo certo che condurrebbe l'essere umano alla perfezione. Poi, ogni essere umano ha nel libero arbitrio la propria scelta nella via da seguire.
Ho voluto esporti la mia.
Le immagini che hai scelto credo che rappresentino il -tuo- modo di rapportarti con loro,
passa una lieta sera

Sileno ha detto...

@ Nicolenondoc,
ricambio di cuore i saluti.
@ Ventisqueras,
ringrazio per la tua testimonianza molto bella, io, da non credente, vedo i santi come figure storiche troppe volte strumentalizzate dal Vaticano per fini politici, vedi ad esempio Carlo Borromeo e s le sue atrocità particolarmente contro le donne, Roberto Bellarmino inquisitore santificato quattro secoli dopo la sua morte, e molti altri, anche contemporanei molto discussi in vita.
Ciao e Buon 2 Giugno.

Adriano Maini ha detto...

Mi ritrovo con le tue riflessioni e con il tuo sentire.

Gibran ha detto...

SONO UNA CREDENTE NON PRATICANTE,MA OGNI TANTO VADO NEI MIEI SENTIERI A PORTARE UN LUMICINO ALLA MADONNA DEL VIANDANTE, UNA PICCOLO QUADRO IN TERRACOTTA IN MEZZO AD UNA CERRETA,QUANDO SONO LI NEL SILENZIO MI SENTO IN PACE CON ME STESSA.
CIAO SILENO UN ABBRACCIO.

ventisqueras,wordpresse,com ha detto...

la storia è la storia, le atrocità sono atrocità chiunque le faccia, più che è in loro potenza e possibilità decisionale più dovranno rispondere se non a Dio, ma a se stessi, io non credo che non esistano i rimorsi, anche se possono cadere addosso con qualche altro nome, ognuno risponda di se per se, è così difficile cercare giustizia in questo mondo...

White ha detto...

Es un lugar realmente hermoso. la imagen de la Virgen del Silencio sobrecoge...
Feliz fin de semana.
W.

Patzy ha detto...

Qui nel mio paese, è possibile trovare, anche, un sacco di questi luoghi dei santi nel percorso. Essi sono dei più vari, tra cui molti defunti santificati soltanto per la devozione popolare (non dalla chiesa, s´intende). E 'davvero interessante quello che si può trovare nei sentieri. Le tue immagini sono molto buone! Ciao, Sileno.