lunedì 11 marzo 2013

volo a Roma


Ho incontrato il santo Spirito e gli ho chiesto: Dove stai volando?
A Roma, mi ha gracchiato, questa è una settimana cruciale e devo illuminare molte coscienze in tre palazzi della capitale; dovrei far capire a quelli che hanno in mano le sorti dell'Italia, che, con misure economiche e sociali adeguate,
dovrebbero riportare la speranza nella vita di milioni di famiglie di giovani senza futuro e di anziani nella miseria, vessati dalla crisi ben alimentata dal capitale e dalla finanza che nella crisi arricchiscono sempre di più a scapito delle famiglie che la crisi la stanno pagando dolorosamente e pesantemente; non sarebbe poi male se questi signori eletti per rappresentare il popolo italiano rinunciassero ai loro privilegi iniqui ed improponibili e cominciassero a pensare alla Politica come  "Servizio" agli italiani e non solo come servizio alla casta e al potere, ma temo, disse il santo Spirito, che la battaglia sarà molto ardua e con esiti molto, molto incerti, togliere l'osso al cane non è mai facile, nemmeno per me.
Poi, aggiunse il santo Spirito,  sono invocato anche in un consesso di anziani  che la mia presenza loro ritengono li renda infallibili; dovrebbero scegliere il migliore fra di loro per portare nel mondo le parole della tolleranza e dell'amore, ma poi, se guardi bene, scopri che anche per loro i massimi interessi sono il potere e la ricchezza temporale ostentati ogni momento, la tolleranza è sconosciuta e le guerre in nome di Dio lo dimostrano; l'amore?
Meglio lasciar perdere  l'amore altrimenti si andrebbe troppo oltre anche con l'amore fisico, perché...
E il vento disperse  gli ultimi gracchii


8 commenti:

Gibran ha detto...

IL TUO RACCONTO E' PURA POESIA,MA TEMO CHE IL SANTO SPIRITO NON RIUSCIRA' NEL SUO INTENTO.
CIAO SILENO UN ABBRACCIO.

Gibran ha detto...

CHE POESIA SILENO,MA TEMO CHE IL SANTO SPIRITO POTRA' FAR BEN POCO PER CAMBIARE GLI UOMINI DI POTERE.

Gibran ha detto...

SCUSA SE HO SCRITTO DUE VOLTE MA NON RIUSCIVO A PUBBLICARLO.

rosso vermiglio ha detto...

Che il Santo Spirito sia con noi, perchè la vedo proprio dura la faccenda romana. Sia nei palazzi della politica, sia in San Pietro. Sarà dura uscirne dignitosamente su entrambi i fronti. Ciao Sileno

riri ha detto...

E' difficile questo conclave.
E' bello come hai presentato lo Spirito Santo.
Un caro saluto.

Bl4cKCrOw ha detto...

Sante Parole...

Adriano Maini ha detto...

Chissà?

speradisole ha detto...

Sono in ritardo ed è facile rispondere a questo bellissimo post: lo Spirito Santo ha avuto buon fiuto.
Ciao Sileno, un abbraccio