sabato 5 gennaio 2013

gelo

Ma quando nel bosco si fece
buio e soffiò da oriente un vento
freddo e penetrante, tutto tacque.
Sulle pozzanghere si allungarono
degli aghetti di ghiaccio.
Il bosco divenne squallido, solitario.
Si senti l'odore  dell'inverno.


(A. Chechov)
sul lago di Alleghe

attraversando il lago di Anterselva

torrente Turriga nelle Prealpi

ruscello ghiacciato nel Bosco del Poi
e la vita continua nella Valle del Mis Parco Dolomiti bellunesi

8 commenti:

ale ha detto...

da noi ci sono 17 - 18 gradi! pare primavera!

stella dell 'est ha detto...

Che belle foto,anche la poesia mi piace!Buon weekend!
OLGA

Gibran ha detto...

Che bellezza Sileno,sei sempre più unico che raro.
Ciao un abbraccio.

Bl4cKCrOw ha detto...

Fosse solo l'odore del freddo caro Sileno... Buona domenica...

Artemisia ha detto...

Francamente il gelo mi affascina a vederlo nelle tue belle foto o in cartolina. Di persona lo temo tantissimo perchè invece adoro il caldo.
Un abbraccio

Adriano Maini ha detto...

Versi e immagini che mi riportano con simpatia e rinnovato pensiero ai miei rari, pregressi contatti con cascatelle di acqua gelata e di distese innevate.

speradisole ha detto...

Ma tutte queste bellezze sono qui da noi? Allora siamo un paese ricco di sorprese. Mi ha incantato il ruscello ghiacciato.
Un abbraccio

randi ha detto...

'e la vita continua' ...